GLI EMIRATI ARABI PROMUOVONO CAMPAGNE PER LA SALUTE DELLA COMUNITÀ

Share on linkedin
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on email

Che gli Emirati Arabi siano attenti alla salute e al benessere delle comunità è risaputo.

L’impegno del governo centrale di rendere il territorio un vero paradiso terrestre è sempre vivissimo.

Non dimentichiamo che Dubai, sicuramente nota in tutto il mondo per la ricchezza, il lusso e il lifestyle da sogno, regala ai suoi abitanti e ai turisti un ambiente decisamente “a misura d’uomo”: a sostegno di ciò, infatti, da anni il Primo Ministro e Vice Presidente degli Emirati Arabi, Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktoum, ha istituito nientemeno che il Ministero della Felicità.

Lo scopo di tale Istituzione è indirizzare le scelte politiche verso obiettivi di benessere sociale e soddisfazione della popolazione.

Pertanto, le Autorità emiratine, tanto attente alla propria popolazione, non potevano esimersi dall’intervenire anche in tema della salute.

Anche in questo caso, un apposito Ministero, quello della Salute e della Prevenzione (MoHAP), sta promuovendo numerosissime iniziative volta al miglioramento delle condizioni dei cittadini dei Paesi del Golfo Persico.

Health care or medicine concept. Wooden blocks with medical icon on table. Copy space

Tra queste spicca la celebrazione della Giornata Mondiale Senza Tabacco: con il suo slogan “Tabacco. Minaccia per l’ambiente”, si è voluto sottolineare l’impegno delle Autorità centrali nell’educare e mettere in guardia il pubblico dai pericoli sanitari del consumo del tabacco e delle sigarette elettroniche.

Inoltre, l’intento è stato anche quello di sensibilizzare i governi e le società sugli oneri di sviluppo economico che gravano attorno al fumo.

Le campagne di sensibilizzazione circa i rischi per la salute legati al tabagismo, dunque, non mancano nei Paesi emiratini: tra queste, di particolare importanza sono le campagne “più astuto di iniziare a fumare”, “io smetto… ora è il tuo turno”, “impegno di smettere” e “un bambino a casa”, quest’ultima per proteggere i più piccoli dall’esposizione passiva al fumo.

Il MoHAP, poi, ha collaborato con l’Autorità di regolamentazione delle telecomunicazioni (TRA) per bloccare taluni siti web che promuovono e pubblicizzano prodotti di tabacco elettronici.

Infine, il Ministero ha dato avvio ad uno specifico programma di formazione per affinare le competenze del personale medico e fornire un servizio sanitario d’eccellenza che porti i fumatori a smettere.

La salute e il benessere della comunità, pertanto, rappresentano valori basilari nelle scelte politiche del governo degli EAU e costituiscono aspetti molto attrattivi per un numero sempre crescente di persone che scelgono di trasferirsi a Dubai per i numerosi vantaggi di vita che offre.

Condividi il post

Share on linkedin
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on email