Quali sono e come funzionano le freezone a Dubai

Le Free Zone sono Zone di Libero Scambio presenti, a partire dal 1985, nei sette Emirati Arabi. Lo scopo specifico voluto dal governo emiratino che le ha introdotte è di agevolare gli investimenti stranieri e non pagare le tasse.

Anche grazie alla loro creazione, Dubai è divenuta il primo paradiso fiscale più gettonato al mondo e favorito dai benefici che garantisce a chi vi affida le sue finanze.

Così, da anni le eccellenze di tutto il pianeta si riversano nel Paese per tutelare i propri asset e portafogli, personali e societari.

Certamente, l’inarrestabile crescita economica registrata dagli EAU e, in particolare, da Dubai è supportata dall’esistenza di dette Zone Franche, che oltre ad offrire una tassazione azzerata, non prevedono alcuna restrizione al trasferimento dei profitti o al rimpatrio del capitale.

Cos’è una Free Zone?

Come anticipato, una Free Zone è un’area speciale che prevede benefici fiscali per chiunque investa negli EAU e, quindi, anche a Dubai.

Scendendo nel dettaglio dei vantaggi che offrono, ecco che è possibile stilare una lista dei più importanti dati da conoscere se si decide di investire in una di queste aree speciali:

  • 100% della proprietà dell’attività in capo all’investitore straniero;
  • Nessuna tassa sul reddito personale o sulle plusvalenze;
  • Nessuna tassa sulle operazioni societarie per un determinato periodo (variabile a seconda della Free Zone, ma di norma non inferiore a 15 anni);
  • Esenzione dai dazi d’importazione e di esportazione;
  • Possibilità di trasferire, completamente e senza alcuna formalità, profitti e utili all’estero;
  • Fornitura energetica abbondante e a basso costo;
  • Libertà completa nell’assunzione del personale che può essere anche interamente straniero;
  • Procedure d’assunzione semplici ed efficienti e disponibilità di manodopera competitiva, qualificata ed esperta;
  • Supporto amministrativo da parte delle autorità della zona franca;
  • Sistema bancario flessibile e abituato a operare con investitori internazionali.

Pertanto, i benefici di insediamento in una di queste Zone Franche sono davvero molti: ecco perché gli investimenti al loro interno crescono inesorabilmente.

In particolare, spostare le proprie risorse nelle Free Zone, mediante l’apertura di una società a Dubai, prevede 3 differenti alternative:

  • La creazione di una Free Zone Company (FZCO), se vi è uno o più soci;
  • La creazione di un Free Zone Establishment (FZE), se vi è un unico socio;
  • La creazione di una Brench, ossia una stabile organizzazione (o sede secondaria) della casa madre straniera.

Come funzionano le Free Zone degli Emirati Arabi Uniti?

Per poter aprire o trasferire la propria società nelle Free Zone degli Emirati Arabi Uniti, l’investitore straniero dovrà possedere una serie di requisiti previsti dalla legislazione federale applicazione nella Free Zone.

Inoltre, per poter fare attività d’impresa è necessario che l’imprenditore chieda il rilascio da parte delle Autorità della precipua zona scelta di una apposita licenza, di valenza annuale, per poter operare: detto documento verrà rilasciato in base all’attività esercitata dalla singola realtà aziendale.

Questa licenza, può essere di 3 diverse tipologie:

  • Import/export;
  • Industriale, utilizzata per aprire attività industriali o manufatturiere, suddivise per produzione interna e produzione export;
  • Professionale, comprendente tutte le attività legale alle libere professioni e al mondo dei servizi.

Tale documento, ovviamente, verrà rilasciato solamente se chi lo richiede possiede la necessaria autorevolezza per operare nel Paese.

Una volta ottenuta la licenza, l’imprenditore sarà autorizzato ad operare all’interno della Free Zone e al di fuori degli Emirati Arabi, ma non nel resto del loro territorio, definito Mainland.

Quali sono le Free Zone a Dubai?

Attualmente le Free Zone emiratine sono più di 50, di cui 27 solo a Dubai, e la scelta di una di esse non è semplice.

Innanzitutto, è necessario valutare la categoria commerciale della società che si intende aprire o trasferire a Dubai, poiché ogni zona si rivolge ad una precisa di queste. Quindi, la decisione ricadrà sulla zona che meglio si addice alla tipologia di attività che il singolo imprenditore intende costituire, oltre alla gestione finanziaria, al fatturato e al tipo di operatività finanziaria.

Tra l’altro, vi sono delle specifiche utilità, tipiche per ogni zona, pertanto, ci saranno più aspetti da valutare prima di scegliere dove situare la propria società.

Ciò che, invece, accomuna tutte le Free Zone, si ricorda, essere la possibilità di possedere il 100% della proprietà dell’azienda, indipendentemente dalla tipologia di impresa, dietro il rilascio di un’apposita licenza e, in ognuna di queste aree, si potrà beneficiare di tutti i migliori vantaggi fiscali.

Ora che abbiamo visto una panoramica sul loro funzionamento e sulle differenze che corrono tra le differenti Free Zone, possiamo elencare tutte le Free Zone presenti a Dubai, specializzate nei settori: dell’educazione, della scienza, della ricerca, della salute, degli aiuti umanitari, dell’industria, del commercio, della logistica, della finanza, dei servizi, dell’energia sostenibile, della comunicazione, dei Media e dell’IT.

Ecco l’elenco delle 27 Free Zone presenti a Dubai:

  • Dubai Airport Free Zone
  • Dubai Auto Zone
  • Dubai Cars and Automotive Zone
  • Dubai Design District
  • Dubai Flower Centre
  • Dubai Gold and Diamond Park
  • Dubai Healthcare City
  • Dubai Industrial City
  • Dubai International Academic City
  • Dubai International Financial Centre
  • Dubai Internet City
  • Dubai Knowledge Park
  • Dubai Logistics City
  • Dubai Maritime City Authority
  • Dubai Media City
  • Dubai Multi Commodities Centre
  • Dubai Outsource Zone
  • Dubai Science Park
  • Dubai Silicon Oasis
  • Dubai Studio City
  • Dubai Techno Park (nuovo nome: National Industries Complex)
  • Dubai Textile City
  • Energy and Environment Park
  • International Humanitarian City
  • Jebel Ali Free Zone Authority
  • Jumeirah Lakes Towers Free Zone
  • Dubai Production City

Per avere maggiori informazioni sulle Free Zone degli Emirati Arabi e scoprire come avvantaggiarsi di tutti i benefici, anche fiscali, che riservano agli investitori, prenota la tua consulenza.

Vuoi trasferire la tua attività a Dubai e non sai a chi rivolgerti? Contatta “Daniele Pescara Consultancy”, il punto di riferimento degli italiani a Dubai

Condividi il post

Ultimi Post

Contattami

Daniele Pescara Consultancy è il responso alla richiesta della clientela internazionale più esigente.

Attraverso l’ufficio “One Stop Shop”, l’azienda propone la costituzione di società al 100% di proprietà del cliente e i servizi finanziari annessi.