ISTAT: crescono Inflazione dello +0,3% e Prezzi al Consumo del +5,4%

Crisi Italia

L’ultimo rapporto dell’ISTAT rivela il peggioramento della situazione economica italiana nel 2024. Con l’Inflazione che aumenta incrementandosi ulteriormente e i prezzi al consumo che salgono notevolmente, i dati statistici per questo nuovo anno non promettono nulla di buono.

Economia Italia a rischio: Inflazione e prezzi aumentano

L’Italia ha registrato un aumento dell’inflazione dello 0,3% a gennaio 2024, con un notevole incremento del 5,4% dei prezzi al consumo su base annua.

Secondo le stime preliminari diffuse dall’Istituto Nazionale di Statistica (Istat), l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), escludendo i tabacchi, ha registrato un incremento dello 0,8% su base annua.

Tuttavia, l’inflazione definita di fondo, che esclude gli energetici e gli alimentari freschi, ha subito una decelerazione da +3,1% a +2,8%, mentre quella escludendo solo i beni energetici è passata da +3,4% a +3,1%.

Questi dati rivelano un quadro complesso dell’economia italiana, con alcuni settori che subiscono accelerazioni inflazionistiche mentre altri mostrano un rallentamento.

Ad esempio, i prezzi dei beni alimentari, della cura della casa e della persona hanno registrato un aumento lieve ma costante, passando da +5,3% a +5,4% su base annua.

Allo stesso tempo, i prezzi dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto hanno subito un rallentamento, passando da un aumento del 4,4% a dicembre a un più modesto +3,6%.

Inflazione Italia: conseguenze sull’economia

L’accelerazione dell’inflazione è stata influenzata principalmente dalle tensioni sui prezzi dei beni alimentari non lavorati e dall’andamento dei prezzi dei beni energetici regolamentati.

Questo fenomeno è in linea con le dinamiche osservate a livello globale, dove le crescenti pressioni inflazionistiche hanno generato preoccupazioni tra i governi e gli economisti.

Le implicazioni di questa accelerazione dell’inflazione potrebbero essere significative per l’economia italiana.

Un aumento sostenuto dei prezzi potrebbe influenzare il potere d’acquisto dei consumatori, riducendo la loro capacità di spesa e rallentando la crescita economica.

Inoltre, potrebbe esercitare pressioni sui tassi di interesse, con possibili conseguenze per i mercati finanziari e l’attività di prestito delle banche.

Mentre l’Italia affronta quest’onda di inflazione, sarà cruciale monitorare da vicino le dinamiche dei prezzi e gli effetti negativi sull’economia e sui cittadini.

Vivere a Dubai: la migliore economia al mondo

Se in Italia si registrano dati sempre più allarmanti, fortunatamente la soluzione c’è: ovvero spostarsi in Paesi economicamente più solidi.

Tra questi, uno solo è la destinazione preferita per gli imprenditori di tutto il mondo: Dubai è la meta prediletta per vivere bene e investire meglio.

Infatti, l’economia emiratina è tra le più performanti al mondo, grazie alla burocrazia snella e alla politica di supporto alla crescita.

In particolare, Dubai è l’hub finanziario più interessante del globo, grazie al network di professionisti migliori per ogni settore d’interesse.

Ecco perché sempre più italiani, privati e imprenditori, decidono di vivere a Dubai: grazie al suo territorio florido e alla tassazione agevolata, ogni business raggiunge il successo.

Vuoi avere altre informazioni?

Cerca

Ultimi Post

Contattami

Daniele Pescara Consultancy è il responso alla richiesta della clientela internazionale più esigente.

Attraverso l’ufficio “One Stop Shop”, l’azienda propone la costituzione di società al 100% di proprietà del cliente e i servizi finanziari annessi.